Ed ecco a voi...il venditore d'acqua! La gente beve nei medaglioni che ha appesi al collo. Ovviamente, senza che siano risciacquati! Lo straniero è schifiltoso (al solito, me compresa), ma se a loro non succede niente, perché dovrebbe a noi?

Il giro in calesse per Marrakech è una delle esperienze più esaltanti del Marocco. Immaginatevi il quartiere ebraico, stradine strettissime, case addossate l'una all'altra, e in questo poco spazio: persone, biciclette, motorini, muli, calessi, bancarelle, cicogne, odori, smog...tutti insieme appassionatamente. Qua, un momento di riposo...

Il quartiere dei tintori di pelli a Fes è l'esperienza olfattiva che non si può dimenticare, né descrivere. Bisogna esserci, con le foglie di menta nel naso per ingannare le narici... Altro paesaggio dantesco: tutto il giorno immersi in questa brodaglia puzzolente. Quale peccato è stato commesso nella vita precedente, per questo contrappasso?

E chiudiamo con la pace che ispirano le moschee. Uno dei miei mal riusciti tentativi di foto artistica!